giovedì 15 gennaio 2015

Recensione: Il tuo meraviglioso silenzio di Katja Millay





Trama

A soli 17 anni Nastya era una promessa della musica, ma ora ha perso tutto: la sua identità, la voglia di vivere. Da 452 giorni ha smesso di parlare e l’unica cosa che desidera è tenere nascosto il motivo del suo silenzio. La storia di Josh, invece non è un segreto: in poco tempo ha perso tragicamente le persone più care che aveva accanto, e ora cosa gli rimane? Di giorno, gli sguardi giudicanti degli altri addosso, di notte scolpire il legno in solitudine. Quando sembra non esserci più luce né speranza, Natstya e Josh si trovano e le sensazioni sopite esplodono inarrestabili dal corpo e dal cuore. Due lontananze si incontrano, trovando l’una nell’altra la forza di superare il passato e rinascere davvero.

Una storia molto intensa, struggente e molto bella che si legge tutto d’un fiato.
Due anime rotte quelle di Josh e Nastya che per motivi diversi hanno ricevuto molti colpi bassi dalla vita. Vanno avanti con le loro incertezze, con le loro insicurezze perché andare avanti nella vita è l’unica cosa che possono fare adesso se non vogliono crollare del tutto.

Quando Nastya arriva nella nuova scuola pensa di poter ricominciare tutto da capo, ha scelto ormai di non parlare e crede che questo sistema riesca a farla isolare dagli altri ma si sbaglia perché il suo silenzio attira gli sguardi degli altri. A cominciare da Drew un ragazzo bello e gentile che usa il suo fascino su tutte, Nastya lo giudica innocuo e intreccia con lui una simpatica amicizia. E poi c’è Josh la cui storia tragica della sua famiglia è sulla bocca di tutto e per questo spesso è isolato dal resto dei ragazzi.
Josh è abituato alla solitudine, al silenzio della casa dove vive da solo e per questo riesce a comprendere perfettamente Nastya più di tutti gli altri.
Questo feeling è palese agli occhi di tutti e prima che se ne renda conto Natstya decide di rompere il voto del silenzio proprio con lui, è Josh la prima persona con cui decide di parlare anche se con gli altri si rifiuta di farlo.
Con lui riesce a parlare di cose futili e importanti, Josh la istruisce nel mondo del legno che per lui è un mondo speciale dove si sente bene e in pace con se stesso e per la prima volta dopo tanto tempo si sente bene anche in compagnia di un’altra persona.
La chiama Raggiodisole all’inizio per scherzo poi perché riesce a vedere in lei qualcosa che non tutti vedono, un’allegria e una luminosità che è ancora dentro di lei anche se dentro di lei qualcosa si è spezzato.

Nel libro vediamo la loro storia raccontata attraverso i loro pensieri e quindi possiamo capire come lentamente tra loro si crea un legame forte, indelebile ancora prima che se ne rendano conto loro stessi perché il silenzio fatto di mille sguardi a volte è più importante di mille parole.
Scritti benissimo entrambi i personaggi che sembrano ritrovarsi insieme come per una forza del destino che li unisce perché è così che devono stare, solo così possono lottare contro i demoni del passato e poter pensare a un futuro dove non ci sia solo morte e distruzione ma pace e serenità.

Bello anche il personaggio di Drew apparentemente superficiale invece in grado di avere un cuore d’oro.
Il segreto di Nastya che si intuisce inizialmente viene svelato verso la fine del libro e si comprende ancora di più il suo comportamento e il suo atteggiamento verso tutti.
Una storia che riesce a toccare i sentimenti mentre lo si legge e che resta impressa anche una volta finito il libro, merita decisamente di essere letta.
Riesce a spiegare come a volte le parole sono superflue e come invece conti e quanto sia importante un gesto o uno sguardo.

Valutazione 5/5










2 commenti:

  1. questo libro mi è entrato nel cuore! Chissà se un giorno l'autrice farà un libro su Drew, io lo spero proprio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stupendo vero? L'ho adorato anch'io!

      Elimina