martedì 22 settembre 2015

Recensione: Prendimi per mano di Sarina Bowen



Trama

Corey Callahan non avrebbe mai immaginato di iniziare il college inchiodata su una sedia a rotelle. È bastato un attimo, un maledetto attimo, per infrangere i sogni di una vita e rovinare una promettente carriera sportiva. Corey è convinta che nessuno al mondo possa capire come si senta… Almeno finché non incontra Hartley, il ragazzo che abita nell’appartamento di fronte al suo. Hartley è bello, affascinante e gentile.
E ha smesso di giocare a hockey a causa di una frattura alla gamba che lo costringe a trascorrere i pomeriggi sul divano.
L’amicizia tra Corey e Hartley è immediata, una scintilla che illumina i loro cuori. E così, tra stampelle, confidenze e risate a tarda notte, Corey inizia a sentirsi di nuovo se stessa. Di nuovo felice.
Come se la vita avesse finalmente ricominciato a sorriderle ora che Hartley è lì insieme a lei. Ma c’è un piccolo problema: lui è fidanzato, con una ragazza assolutamente perfetta. E Corey non vuole compiere un passo sbagliato. Perché questa volta inciampare significherebbe cadere, e non rialzarsi mai più…

Comincio a dire che questo libro è bellissimo.
La prima volta che ho letto la trama sembrava triste e invece no, è decisamente un messaggio per la speranza, per la voglia di lottare e per non essere mai depresse ma vivere la vita come meglio possiamo perchè al mondo ci saranno sempre altre persone che se la passano peggio di noi.


Ma andiamo con ordine. Corey è bloccata su una sedia a rotelle dopo che ha visto il suo sogno di giocare a un sport che ama infrangersi, basterebbe questo per gettarla nello sconforto più totale e invece no.
Lei è stupenda, è forte, bella, sicura di se, auto ironica e prende dalla vita il meglio che può offrirle, cerca di vedere sempre il lato positivo delle cose e questo la porta a compiere scelte coraggiose che un'altra al suo posto non avrebbe mai fatto.
Quando incontra Hartley capisce subito che lui è quello speciale ma lui ha già un'altra e sembra irraggiungibile.
Sembra è proprio la parola chiave perchè quello che Hartley offre al mondo cioè un ragazzo che ama la sua ragazza è tutt'altra cosa e Corey lo scopre man mano cominciando a capire quanto sia bello poter parlare a proprio agio con qualcuno che la tratta come tutti gli altri e non come una ragazza sulla carrozzella.

Adoro Corey e il suo modo di affrontare la vita, questa protagonista avrebbe molto da insegnare a persone che hanno subito nella vita quel pò che ha dovuto sopportare lei. E' un personaggio positivo e brillante che non si piange mai addosso anche quando le pene amorose la affliggono eppure è giovane ma, delle volte dimostra di essere molto più matura della sua età.

Il libro è raccontato dai due punti di vista ma ho trovato più capitoli di Corey. Mi piace molto anche Hartley che con la sua allegria, il suo modo diretto di fare le cose e il suo essere semplicemente se stesso diventa impossibile non apprezzarlo.
Risulta palese a tutti quanto stiano bene insieme ma lui ci mette un pò a capirlo per via di scheletri nell'armadio che poi verranno a galla, quando capirà che Corey è quella giusta si comporterà esattamente come mi aspettavo facesse.

Un libro bellissimo che cattura e che fa restare col sorriso anche finita la lettura. Belli anche i personaggi di contorno che contribuiscono a creare un'atmosfera quasi di famiglia dove tutti supportano gli altri.
Decisamente da leggere.

Valutazione 5/5













8 commenti:

  1. Ciao Susy *si diverte a muovere il mouse e far uscire le bolle*
    Sempre bello vedere in quante persone apprezzano lo stesso romanzo *-* la particolarità è anche che non sta a farsi problemi che non potrebbe piacere ad Hartley per l'aspetto fisico ma proprio per la sua invalidità, insegna che non sono i problemi fisici ma che ci si può innamorare della tenacia e grinta della persona piuttosto che soffermarsi su altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente. Adoro il personaggio di Corey è splendido ed è un ottimo esempio di vita.

      Si piacciono anche a me le bolle :-)

      Elimina
  2. Ciao Susy, eccomi qui a sbirciare la tua recensione!!! Sono contenta che ti sia piaciuto, anche se non avevo dubbi ;)
    Anch'io dalla trama mi aspettavo un romanzo triste ed ero preparata la peggio ma invece non è stato così questo libro è un inno alla vita e la forza della protagonista lancia un forte messaggio di speranza!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eattamente Frency un vero esempio da imitare la nostra Corey

      Elimina
  3. Risposte
    1. te lo consiglio Erica è davvero bellissimo mi è piaciuto molto

      Elimina
  4. È stata una lettura molto carina e il punto di forza è proprio la grinta di Corey!
    Mi è piaciuto soprattutto il fatto che non fosse un romanzo alla ricerca della lacrima facile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti in questo genere di storie c'è il rischio di provare compassione ma la forza di Corey non lo permetteva e questo ha reso la lettura ancora più bella

      Elimina