giovedì 23 marzo 2017

Recensione: Ti sposo ma non ti conosco di Derek Stevens e Josephine P.

Ciao a tutti amici lettori.
Non pensate che questo mese sia un pò volato? A me sembra proprio di si.
Prima che termini però ci sono ancora delle letture di cui vorrei parlarvi, quella di oggi è una lettura davvero divertente che mi ha strappato più volte una risata.

Trama

Cosa può essere accaduto a due perfetti estranei per ritrovarsi ammanettati al letto di un albergo a duemila miglia da casa? Lui non lo sa. Non sa nemmeno chi è. Lei non lo sa. Sa solo che non dovrebbe essere lì, vestita da sposa in una suite da luna di miele. Perchè si trova lì? E come ci è finita in quell'abito bianco? Tutto sembra non avere senso e quando le cose sembrano andare meglio, ecco che compaiono documenti falsi per entrambi, una Colt semiautomatica, un test di gravidanza positivo e due loschi individui a trovarli a qualunque costo! Non c'è tempo per pensare o per ricordare, ma solo per fuggire e riuscire a capire che diavolo è successo il giorno prima, di cui entrambi non ricordano nulla. Una fuga senza esclusioni di colpi, dove ogni certezza crolla miseramente, ogni ricordo viene stravolto da ciò che scopriranno e le carte del destino si rimescolano ogni volta. 

Ringrazio la Elister Edizioni per avermi inviato la copia digitale del libro.
Una cover e una trama che mi hanno attirato subito e la storia è stata davvero carina da leggere.


Decisamente questa è una storia che va benissimo per staccare la spina, da leggere tutta d'un fiato quando si ha voglia di qualcosa di leggero, senza impegno e senza molte pretese.
Ammetto che questa storia mi ha strappato qualche risata e molti sorrisi sebbene sia surreale e alquanto assurda.
Il modo in cui comincia già ci prepara a capire che non è una storia normale. Alternata dai due diversi punti di vista, vediamo i due protagonisti cercare di capire perchè sono ammanettati al letto di un hotel che non conosco vestiti da novelli sposi senza ricordare un bel niente di quello che è successo.

Per una serie di buffe e assurde circostanze, si ritrovano costretti a scappare per raggiungere New York e avere le risposte che cercano e che vogliono disperatamente.
Jane ricorda il suo nome e il suo lavoro, ma quello che lei sa di corrispondere a verità viene messo a dura prova come se ci fosse una nuova vita che ha vissuto e che nemmeno conosce.
Derek invece non è nemmeno certo del suo nome, ha un vuoto totale e non capisce come è possibile che si sia sposato senza ricordarsi, ha perso la memoria e l'isteria di Jane non aiuta.
Jane lo considera prima un sequestratore, uno stakler, poi un criminale, un poliziotto e infine un uomo decisamente affascinante con cui si sente pronta a scappare da presenti criminali che li cercano.

In una serie di rocambolesche avventure, riescono a scoprire cosa è successo alle loro vite e perchè si sono incontrati. La soluzione in realtà è alquanto semplice nella sua complessità e capiranno che vivere questa entusiasmante e surreale avventura insieme, li ha portati a scoprire aspetti dei loro caratteri che nemmeno pensavano di avere.
La loro convivenza forzata li ha portati a superare i loro limiti e a scoprire che forse tra loro può nascere davvero qualcosa di vero che va ben oltre un equivoco e un incontro casuale.

La scrittura è scorrevole e si legge con molta facilità, sorridevo e scuotevo la testa in più di un'occasione perchè certe situazioni davvero sono surreali comunque è stata una lettura piacevole. Adatta se si vuole passare qualche momento sereno e si vogliono affrontare letture leggere e poco impegnative. Alcune volte questo tipo di letture sono proprio adatte e ti lasciano con un senso di leggerezza che ho apprezzato molto.

Valutazione 3/5






8 commenti:

  1. Ciao Susy, sembra un romanzo divertente, adatto a rilassarsi e scacciare la noia con una lettura che faccia sorridere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato proprio nel segno Ariel

      Elimina
  2. ho anche io questo libro da leggere, terrò presente magari dopo qualcosa di impegnativo, per staccare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si brava Chiara, scelta ottima

      Elimina
  3. Ciao Susy!
    Le situazioni surreali non mi attraggono molto onestamente, perciò mi sa che stavolta passo! :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine,
      Bhe la tua wish list per una volta sarà felice *_*

      Elimina
  4. Ciao Susy! Come lettura mi sembra molto leggera, mi piacciono le storie che strappano qualche risata, quindi me lo segno subito =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess,
      si è adatta per staccare perchè sicuramente fa sorridere :)

      Elimina