giovedì 6 aprile 2017

Recensione: Hai cambiato la mia vita di Amy Harmon

Ciao a tutti amici lettori.
La prima settimana di aprile è quasi finita e a me sembra sia volata, certe volte non si ha tempo di fare quello che si vorrebbe perchè tutto scorre troppo velocemente. Le giornate non dovrebbero essere di sole ventiquattro ore 😩 Capita anche a voi?
Ma per fortuna di libri da leggere ce ne sono sempre tanti e oggi voglio parlarvi di una lettura che contavo di fare da molto e che mi ha coinvolta completamente.

Trama

Lo trovarono nel cesto della biancheria di una lavanderia a gettoni: aveva solo un paio di ore di vita. Lo chiamarono Moses. Quando dettero la notizia al telegiornale dissero che era il figlio di una tossicodipendente e che avrebbe avuto problemi di salute. Ho sempre immaginato quel "figlio del crack" con una gigantesca crepa che gli correva lungo il corpicino, come si fosse rotto mentre nasceva. Sapevo che il crack si riferiva a ben altro, ma quell'immagine si cristallizzò nella mia mente. Forse fu questo ad attrarmi fin dall'inizio. E' successo tutto prima che io nascessi, e quando incontrai Moses e mia madre mi raccontò la sua storia, era diventata una notizia vecchia e nessuno voleva avere a che fare con lui. La gente ama i bambini, anche i bambini malati. Anche i figli del crack. Ma i bambini poi crescono e diventano ragazzini e poi adolescenti, e molto, molto bello. Stare con lui avrebbe cambiato la mia vita in un modo che non potevo immaginare. Forse sarei dovuta rimanere a distanza di sicurezza. Ma non ci sono riuscita. Così è cominciata una storia fatta di dolore e belle promesse, angoscia e guarigione, vita e morte. La nostra storia, una vera storia d'amore.
Conoscendo già quest'autrice, già ero preparata a un libro bello ricco di emozioni. Non posso dire di aver apprezzato tutti i suoi libri allo stesso modo. Penso che Sei il mio sole anche di notte (cliccare sul titolo per la recensione) sia il suo miglior libro, ma decisamente Hai cambiato la mia vita è per me un libro davvero unico che merita di essere letto e merita un secondo posto.


La storia si alterna da due punti di vista, quello di Moses e quello di Georgia, due persone completamente diverse che per puro caso vedranno le loro vite intrecciate con un filo sottilissimo e indelebile.
Moses è additato da tutti come quello strano, è introverso, di poche parole, incute timore negli altri e persino negli animali ma Georgia non lo teme, anzi è certa che Moses non sia pazzo, non sia spezzato perchè lei riesce a vedere oltre.
Per Moses non è facile lasciarsi andare alle emozioni con gli altri, per tutta la vita a parte la sua bisnonna nessuno gli ha dimostrato affetto. Ha sempre creduto che tenere alla larga gli altri, sia la cosa più giusta da fare e poi arriva Georgia e la sua vita è completamente sconvolta.
Lei è così solare, allegra, piena di energia e quando lo vede di malumore gli ricorda che è bene riassumere cinque cose belle per vedere il meglio della vita.

Georgia è un personaggio che all'inizio può apparire frivolo, ma in realtà sa bene quello che vuole e dimostrerà più volte di avere un carattere forte e determinato anche se non sempre otterrà ciò che desidera.
Moses invece non è facile da interpretare, è un personaggio complesso ma ricco di sfaccettature. Il suo modo di vedere la vita, di raccontare con i suoi dipinti quelllo che solo lui percepisce lo rende una persona fuori dal comune. Anche il suo modo di amare è totale e infinito, solo che non lo capisce subito perchè per lui non è facile.

Una storia che mi ha commossa, mi ha emozionato e mi ha anche fatto sorridere. Lo stile della Harmon è inconfondibile. In ogni suo libro è tracciato un legame con la religione, ma qui si tratta anche un tema delicato, quello che c'è dopo la morte. Attraverso gli occhi di Moses vediamo come le persone reagiscono alla morte, i vari modi che hanno di superare le perdite. 
Il messaggio finale che lancia Moses è quello che i nostri cari non ci abbandonano mai totalmente e questa è una cosa bellissima, mi ha portato a riflettere molto e mi sono immedesimata nella storia con molta facilità. Per motivazioni personali, posso dire che questa storia mi ha toccato profondamente e ho apprezzato quando Moses riesce a controllare la sua "vista" e aiuta veramente le persone che soffrono. 

Ho anche adorato il gioco di Georgia. Può apparire sciocco, ma cercare cinque cose belle ogni giorno è invece un ottimo sistema per goderci meglio la vita, per apprezzare anche le piccole cose e non lasciarsi andare a pensieri brutti o lamentarci di qualcosa che in realtà ha poca importanza.
Quando ho finito di leggere il libro mi sono posta questa domanda: quale sono le mie cinque cose belle? E ne ho elencate subito cinque con facilità, dopo mi sono sentita bene con me stessa davvero. 

Quindi provate anche voi: quali sono le vostre prime cinque cose belle?

Ogni giorno possono variare, essere le stesse ma ci sono perchè la vita non è facile ma ci regala anche cose belle.

Credo sia superfluo dire che questo libro mi è piaciuto tantissimo, sono molto felice di averlo letto. Avrei preferito che alcune cose non fossero successe, ma purtroppo la vita è anche piena di momenti tristi e per fortuna il libro termina con un lieto fine che cerca un pò di riparare ai torti della vita e che mi ha fatto tirare un sospiro di sollievo.

Il mio voto quindi non può che essere il massimo. Era da un pò che non davo un giudizio pieno e finalmente è arrivato il libro giusto che sono certa non dimenticherò facilmente.

Valutazione 5/5









16 commenti:

  1. Solo a me 'sto libro mi ha lasciata "meh" xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va be dai, io mi sento un pesce fuor d'acqua per Fangirl quindi direi che siamo pari ^-^

      Elimina
  2. Ciao Susy, della Harmon ho letto e apprezzato "Sei il mio sole anche di notte", questo mi incuriosisce, ma ho letto che sono presenti elementi paranormali e allora questo mi frena perchè non amo molto il fantasy...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel,
      il fantasy non c'è, ma qualcosa di paranormale si, comunque a me non ha disturbato sebbene non apprezzi nemmeno io il genere alla follia, ho amato tantissimo l'intera storia e il messaggio che lancia

      Elimina
  3. Anche io ho adorato questo libro, anche se penso che gli altri libri della Harmon siano ad un altro livello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia,
      per me è il suo secondo più bello perchè ho adorato molto anche Sei il mio sole anche di notte

      Elimina
  4. Ciao Susy! Anch'io ho amato questo libro e abbiamo la stessa classifica. Preferisco Sei il mio sole anche di notte, ma questo gli va molto molto vicino. ♥

    RispondiElimina
  5. Ho adorato questo libro! Visto che ho appena riletto Sei il mio sole anche di notte ed è sicuramente il migliore della Harmon, mi è venuta volgia anche di rileggere I cento colori del blu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica,
      per me I cento colori del blu sta un gradino sotto di questi due che reputo davvero stupendi

      Elimina
  6. Ciao Susy!
    Che bei cambiamenti hai fatto sul Blog: dalla firma alle immagini votazioni! 😊😊
    Ho già il libro in lista, ma leggere la tua recensione mi ha dato un motivo in più per velocizzare la sua postazione nella mio elenco! 😊
    Ovviamente bella come sempre! 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine,
      questo libro te lo consiglio assolutamente, io l'ho adorato come puoi ben vedere ^_^
      Si ho deciso di cambiare un pò e mia cugina mi ha dato un aiuto bello grosso :P

      Elimina
  7. mi piacciono molto le tue parole, anche io l'ho amato tanto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Somo felice Chiara di pensarla uguale :)

      Elimina
  8. Ciao susy,
    devo assolutamente leggere questo libro. ne sento parlare bene ovunque e l'ho già acquistato, diverso tempo fa. Non so come mai ci sto mettendo così tanto ad iniziarlo... lo metterò in lista per il mese prossimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frency ciao!
      Te lo consiglio assolutamente e sono certa che anche tu lo adorerai :)

      Elimina