mercoledì 19 luglio 2017

Recensione: La dolcezza può far male di Daniela Volontè

Ciao a tutti amici lettori.
Oggi avrei dovuto postare le nuove uscite librose, ma prima però volevo parlarvi di un libro che ho letto tutto d'un fiato e che la Newton mi ha gentilmente inviato in formato digitale. Grazie!
Daniela Volonté non è solo una brava autrice ma è anche una persona gentile. Su fb ho visto che chiedeva se c'era qualcuino disposto a  leggere il suo ultimo libro e ovviamente mi sono subito dichiarata pronta perchè ho letto tutti i suoi libri ed ero curiosa di questo suo nuovo lavoro.

Trama

Jack Lang è uno scrittore di gialli di fama internazionale e nonvuole mai comparire in pubblico. Dietro al suo pseudomino si nasconde Gabriele Neri, un uomo la cui esistenza è stata stravolta dal diabete e dalla mancata accettazione della sua nuova condizione.Cassandra Accorsi divide l'appartamento e il lavoro con la sua migliore amica, Elisa. E' una web designer e il suo ufficio si trova tra il suo salotto e la cucina. Cassandra ha paura di viaggiare da sola e quando, per cause di forza maggiore, deve partire da Roma alla volta di Milano, accetta di condividere l'auto con una compagna di viaggio. Peccato che invece di una ragazza, sarà Gabriele a rispondere al suo annuncio. Arrivati a Milano, dopo un viaggio disastroso, entrambi sono più che felici di dirsi addio, ma il destino ha deciso di rimescolare le carte, e per entrambi ha in serbo una sorpresa.
Comincio subito col dire che questa storia si differenzia molto dalle sue precedenti perchè è una storia più breve e molto, molto semplice.

La storia si alterna dai due pov quello di Gabriele alias Jack Lang e da quello di Cassandra, per gli amici Cassy.
All'inizio i due non si sopportano anche perchè senza conoscersi sono costretti a passare del tempo insieme per un viaggio in macchina.
Le loro strade sembra, che dopo questo viaggio, si dividano per sempre, e invece complice un agendina che Cassy trova nella sua macchina, si vedono un'altra volta e capiscono che infondo l'antipatia istantanea che hanno provato l'uno per l'altra è stato solo un piccolo passaggio di percorso.
Si incontrano ancora e scoprono di stare bene insieme, si conoscono meglio e tra loro si crea una dolcissima storia d'amore nonostante le piccole difficoltà quotidiane che minano questo rapporto ancora giovane.


Col suo stile scorrevole e delicato la Volontè ci regala un'altra storia dolce e romantica.
Una storia che affronta una tematica attuale e forse non sempre raccontata, quella dei diabetici. Il diabete è una malattia anche se non grave come altre, ma ha delle limitazioni e questo comporta il cambiamento della vita di una persona.
Gabriele vive malissimo il suo rapporto con questa malattia, prima di incontrare Cassy era un orso rintanato nella sua tana che si legava allo pseudomino di Jack Lang. Grazie a lei invece ritorna a sorridere, ma prima di tutto ritorna a vivere, ad accettarsi.

Cassy è un bel personaggio. Dolce ma forte allo stesso tempo. Nonostante Gabriele  non le renda le cose semplici, lei non si lascia mettere i piedi in testa e lo risponde sempre a tono pronta a far valere le sue idee anche se a lui non piacciono.

Una storia semplice, carina e piena di spunti di riflessione.
Non ci sono imprevisti gravi, terzi incomodi che spuntano all'improvviso nè colpi di scena eclatanti perchè è una storia semplice, di quelle rosa carine e delicate che a volte è piacevole leggere.
Adattissima per questo periodo leggero, magari da leggere sotto l'ombrellone per chi cerca una lettura senza tante pretese e dal lieto fine assicurato.
Mi è piaciuto come in poche pagine abbia saputo trasmettere tanta dolcezza, tanta emozione usando un tema particolare e delicato.

Un piccolo appunto per cover e titolo che mi sono piaciuti perchè sono molto adatti alla storia.
Mi sarebbe piaciuto leggere di più del lavoro di scrittore di Gabriele ma dal momento che lui non è uno scrittore di romanzi rosa, mi accontento di averlo visto dichiarare paroline molto tenere alla sua dolce metà. Poi mi è piaciuto moltissimo l'epilogo, ah se tutte le autrici lo facessero!
L'epilogo ci porta a vedere cosa è successo dopo il lieto fine, qualche pagina in più per vedere i nostri protagonisti cosa fanno ed è bello vedere l'epilogo in questa storia e sapere che tutto è bene quel che finisce bene.

Valutazione 4/5




8 commenti:

  1. Ciao! Passo di qui per dirti che ho nominato il tuo blog al Liebster Award del 2017! Ecco il link:

    http://lanostrapassionenonmuore.blogspot.it/2017/07/liebster-award-2017.html

    Spero tanto che parteciperai :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia.
      Passo subito a vedere!

      Elimina
  2. Ciao Susy! Sembra una storia molto carina! Della Volonte non ho ancora letto nulla ma potrei iniziare da questo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jasmine ciao!
      La Volontè per la sua delicatezza ti piacerà, questo racconto non troppo lungo potrebbe fare al caso tuo ;)

      Elimina
  3. Come hai ragione! Da bravo scrittore Gabriele alias Jack ha usato parole bellissime! Ho adorato la sua lettera ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero la sua lettera è bellissima e piena di sentimento

      Elimina
  4. adoro la Volontè e anche questo libro è stata una conferma. Dolce, molto reale. E hai ragione anche per la cover e il titolo, direi finalmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Chiara finalmente qualcosa di giusto!
      Molto brava l'autrice

      Elimina